Lo sapevi che… cronogramma capillare

Lo sapevi che… cronogramma capillare

 

Lo sapevi che…


Cos’è il cronogramma capillare?

Il cronogramma capillare è uno schema di utilizzo dei prodotti per la cura dei propri capelli, qualsiasi tipo essi siano. E’ errato pensare che tale procedimento sia esclusivamente dedicato a capelli ricci o voluminosi. I capelli, indipendentemente dalla loro forma e natura devono essere curati. L’obiettivo è apportare ai capelli tre principali fattori di cura che sono l’idratazione, la nutrizione e la ricostruzione. Ogni tappa viene intercalata a seconda dello stato di salute dei capelli, solitamente danneggiati per un uso eccessivo di calore (piastre o phon), procedimenti chimici o semplicemente da inquinamento.

Normalmente è un procedimento che dura dalle 4 alle 6 settimane, tempo utile per vedere dei risultati apprezzabili.

Idratazione

Idratare i capelli significa riporre acqua nei fili capillare insieme ad altri componenti nutritivi che vengono persi ogni giorno, evitando così il rinsecchimento e aumentando la salute generale del capello.

Nutrizione

Nutrire i capelli significa riporre lipidi, ovvero grassi essenziali prodotti normalmente dalle ghiandole sebacee. Questi hanno lo scopo di ricoprire il capello, renderlo più flessibile, lucente e con le cuticole allineate. I capelli ricci e crespi hanno la tendenza ad essere secchi, proprio perché i grassi prodotti dal cuoio capelluto non giungono fino alle estremità del capello per via della curvatura del filo capillare.

La fase di nutrizione capillare è svolta in 3 modi distinti:

– attraverso l’uso di una maschera pos lavaggio;

– mediante umettazione con olio vegetale prima del lavaggio;

– mediante umettazione notturna, ovvero su capelli non puliti in modo che l’azione venga svolta durante il sonno e il giorno seguente sia fatto lo shampoo.

L’umettazione è uno dei passi della nutrizione ed è fatta sempre attraverso l’uso di oli vegetali.

Ricostruzione

In presenza di capelli rotti, fini, porosi, dovuti principalmente ad azioni chimiche, occorre procedere anche alla ricostruzione capillare. Questa viene svolta attraverso la riposizione di proteine nei fili capillari e quella maggiormente conosciuta è la cheratina, prodotta dal corpo umano e che rappresenta il 90% della costituzione dei capelli.

E’ la fase più delicata e potente del cronogramma e deve essere fatta quando si rende necessaria su fili capillare danneggiati ed elastici, a cui occorre dare la massa capillare persa. Questa fase deve essere fatta una volta a settimana. In casi di capelli leggermente danneggiati, la ricostruzione è utile farla ogni due settimane circa.

Clicca QUI per il link di Instagram

Visita il nostro shop ONLINE https://shop.belezapura.it

 


Seguici su queste pagine, oppure  visitando  Facebook ed Instagram per essere sempre aggiornata